ALLA SCOPERTA DEL LIBANO

Natura, Storia e Spiritualità

Programma indicativo (l’ordine delle visite può subire modifiche)

 

Domenica 23 settembre - Torino/Roma/Beirut

Ritrovo al mattino presso l’aeroporto di Torino/Caselle e partenza con volo di linea per Beirut, via Roma/Fiumicino. All’arrivo incontro con la guida locale e trasferimento in hotel nel famoso quartiere Hamra (zona nord ovest). Sistemazione, cena e pernottamento.

 

Lunedì 24 settembre - Beirut/Baalbek/Zahle/Anjar/Beirut

Prima colazione e partenza per Baalbek passando attraverso la fertile Valle della Bekaa. Mattinata dedicata alla visita del sito archeologico, patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1984. Sull’acropoli, una delle più grandi del mondo, s’innalzano il Tempio di Giove (60 d.C.) - preceduto dal Grande Cortile e dal Cortile Esagonale - e il Tempio di Bacco (150 d.C.). All'esterno dell'area principale è invece situato il minuscolo Tempio di Venere di forma circolare. Al termine della visita proseguimento per Zahle, nota anche come ‘la Sposa della Bekaa' o la città ‘del vino e della poesia’ per gli eccellenti vini prodotti nella zona e i numerosi poeti che vi sono nati. All'estremità settentrionale della città si trova la valle del fiume Bardouni, nota come Wadi El-Arayesh (la Valle della vite). Seguirà una degustazione di vino rosso secco della cantina Chateau Ksara. Pranzo in corso d’escursione. Nel pomeriggio visita al villaggio di Anjar, unico sito omayyade del Libano, famoso per essere stato uno dei principali mercati lungo la via della seta. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Martedì 25 settembre - Beirut/Jeita/Byblos/Harissa/Beirut

Prima colazione e partenza Jeita. Escursione in barca al lago sotterraneo situato all’interno delle sue meravigliose Grotte. Proseguimento per Byblos (l’attuale Jbeil), considerata la seconda città più antica al mondo ad essere abitata ininterrottamente. Le prime tracce d'insediamento risalgono al periodo calcolitico (V millennio a.C.), ma solo a partire dal III millennio avviene la ‘rivoluzione urbana’. Passata sotto il controllo assiro, la città finì per decadere nel corso del I millennio a.C. ma conserva ancora alcune interessanti testimonianze del suo ricco passato. Costeggeremo le antiche mura per visitare la cittadella, la Chiesa di San Giovanni e l’Anfiteatro Romano. Al termine proseguimento per Harissa e pranzo in ristorante. Visita al Santuario mariano di nostra Signora del Libano, meta di pellegrinaggio per i cristiani libanesi, drusi e musulmani. Dalla sommità del colle, su cui si eleva l’imponente statua della Vergine, si potrà ammirare uno spettacolare panorama sulla baia di Jounieh e su Beirut. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Mercoledì 26 settembre - Beirut/Annaya/Baloue Balaa/Beirut

In mattinata visita al museo Nazionale e al museo archeologico dell’Università americana di Beirut. Partenza verso nord-est. Pranzo in ristorante. Ad Annaya, breve sosta al Santuario di San Charbel ed al Monastero di San Maroun (Marone), monaco siriaco, considerato il fondatore della Chiesa Cattolica Libanese, noto per l’attività missionaria, per le guarigioni miracolose e per il suo ascetismo. Proseguimento per Balaa: sosta panoramica per ammirare il canyon di Balou Balaa con i suoi 3 ‘ponti’ e la Grotta con la cascata di Baatara. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giovedì 27 settembre - Beirut/Sidone/Joun/Bayt al-Din/Beirut

Prima colazione e partenza per Sidone, percorrendo la costa dell’antica Fenicia. Visita della città con il Castello del Mare costruito nel 1228 dai Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni (solo esterno) e il Tempio di Eshmun, divinità fenicia adorata sin dall’Età del Ferro. In epoca successiva il Tempio fu associato alla divinità ellenica Asclepio, col quale condivideva il mito iconografico del serpente arrotolato sul bastone. Passeggiata nel Suq e visita all’antico porto. Trasferimento nei pressi di Joun dove sorge un monastero greco-cattolico conosciuto come Deir el-Moukhalles (Santissimo Salvatore) che si affaccia su frutteti profumati e colline boscose. Fondato nel 1711, sorge su un sito ancora più antico e vanta una pregevole collezione di icone, manoscritti e oggetti religiosi. Pranzo. Nel pomeriggio visita del villaggio di Deir El Qamar (Monastero della Luna), un tempo residenza dei Governatori ottomani. Proseguimento per Bayt al-Din (o Beiteddine, casa della religione) e visita del sontuoso Palazzo dell’Emiro Bashir Shihab II, una delle più importanti opere d’architettura moresca del Libano. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Venerdì 28 settembre - Beirut/Valle di Qadisha/Foresta dei Cedri/Beirut

Prima colazione e partenza verso nord. Sosta al Monastero di Sant’Antonio di Qozhaya, uno dei più antichi della valle di Qadisha. Fu sede del Patriarca maronita nel XII secolo d.C. e nel 1584 ospitò la prima stamperia del Medio Oriente. Proseguimento per Wadi Kadisha, una delle più profonde e belle valli del Libano, incastonata fra alte pareti di roccia. Arrivo a Bsharreh, città natale del poeta Gebran Khalil Gebran, e visita del museo a lui dedicato. Proseguimento per la Valle dei Cedri. Dopo il pranzo visita alla porzione residua della ‘Foresta dei Cedri di Dio’, una delle poche sopravvissute agli incendi. All’interno della foresta sono presenti alberi millenari. Il Cedro del Libano viene menzionato in antichi manoscritti di botanica come l’albero più antico del mondo ed è il simbolo presente sulla bandiera nazionale. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

 

Sabato 29 settembre - Beirut/Roma/Torino

Prima colazione e giro conclusivo nel centro storico della capitale con visite (alcune solo dall’esterno) ai palazzi del Serraglio, Municipio, Parlamento, Moschee di Al-Omari e di Mohammad al-Amin e Cattedrale di San Giorgio. Al termine trasferimento in aeroporto. Pranzo libero e partenza con volo di line per Torino, via Roma/Fiumicino.

23-29 settembre

7 giorni

 

  • Quota

    € 1450 + quota gestione pratica € 35

    acconto € 335 (minimo 20 partecipanti)

    supplemento camera singola € 270

     

    La quota comprende: voli di linea in classe economica Torino/Roma/Beirut e viceversa - tasse aeroportuali – trasferimenti da e per l’aeroporto di Beirut - sistemazione in hotel cat. 4 stelle - trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo - bevande (acqua e soft drinks - no alcolici) - tour in pullman, escursioni e ingressi a pagamento inclusi come da programma - guida locale parlante italiano - assicurazione medico/bagaglio e annullamento viaggio AXA Assistance.

     

    La quota non comprende: mance (raccolte in loco il primo giorno) - ingressi non specificati - tutto quanto non indicato alla voce ‘la quota comprende’.

  • Documenti

    I cittadini dell'UE possono ottenere il visto alla frontiera di ingresso. È necessario il passaporto individuale con validità residua di almeno sei mesi e il possesso del biglietto aereo di ritorno se l'ingresso avviene in aeroporto. Al momento della prenotazione è richiesta la fotocopia del documento (2 pagine con foto e dati). I possessori di passaporto non italiano devono contattare il consolato libanese per l’eventuale visto.

    ATTENZIONE: l'ingresso nel Paese non è consentito ai titolari di passaporto israeliano e a titolari di passaporto con visto di ingresso in Israele. Le disposizioni sono suscettibili di modifiche improvvise e talvolta non preannunciate.

  • Richiesta informazioni

    Invio del modulo in corso...

    Il server ha riscontrato un errore.

    Modulo ricevuto.

OPERA DIOCESANA PELLEGRINAGGI SRL

Corso Matteotti, 11 - 10121 TORINO

Tel. +39 0115613501 - fax +39 011548990

Mail: info@odpt.it

Partita IVA: n.10104330013

R.E.A. n.1105756

Orari apertura uffici: 9-12,30 / 13,30-18

da lunedì a venerdì (sabato chiuso)